Chi sono

me-022

<<e venne il giorno in cui il rischio di rimanere chiuso in un bocciolo divenne più doloroso del rischio di sbocciare..>>

Psicologa dal 2006 e Psicoterapeuta Gruppoanalista dal 2011, lavoro con

adulti                 gruppi

adolescenti       famiglie

seguendo un modello psicodinamico.

Cosa significa? Qual è l’oggetto della terapia? Il cambiamento. La comprensione di sè.

La ricerca della comprensione di sè è un esercizio interessante per paziente e terapeuta che serve a tenerli uniti mentre intanto si sviluppa una relazione in cui  formulare nuove domande in una posizione di apertura rispetto all’altro.

Il mio modello: la gruppoanalisi- l’antropoanalisi e l’approccio fenomenologico
L’identità si costituisce non solo attraverso i processi di individuazione-separazione, ma anche rispetto al senso di appartenenza e dunque grazie alla possibilità di sentirsi parte di un “noi”.
Pensare attraverso il modello gruppo analitico, significa pensare al mondo psichico del paziente come frutto delle relazioni e delle esperienze che ha avuto nel corso della sua vita ed è quindi espressione del suo contesto di appartenenza.
Per ri-concepirsi, per ri-nascere come individui ciascuno dovrebbe poter riattraversare soggettivamente le proprie “matrici”. Così, dopo un lavoro di riscoperta delle proprie gruppalità interne, sarà possibile dare senso al nuovo e costruirsi un proprio progetto esistenziale.

Con la dottrina heideggeriana dell’essere-nel-mondo (In-der-Welt-sein) come trascendenza si è  aperta la strada all’antropologia superando la scissione del “mondo” in soggetto e oggetto.

A tutto ciò consegue una prospettiva di sviluppo della ricerca nella direzione “antropoanalitica”, in quella direzione inaugurata da Ludwig Binswanger nel cui cono di luce prese l’avvio l’avventura di Fabrizio Napolitani e tutto lo sviluppo della cultura della Sgai, a cui oggi sento di appartenere.

Esperienze professionali:

  • Consulente presso la Casa di Cura Macchiarella e la Casa di cure Demma nei due team di chirurgia bariatrica per tre anni
  •  La mia passione per la psicologia ospedaliera si è arricchita con l’ impegno come Volontaria presso gli Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello di Palermo dove effettuavo attività di sostegno psicologico rivolta a pazienti, familiari e operatori sanitari;
  • Ho condotto tre gruppi di sostegno a familiari di pazienti affetti da patologia psichiatrica grave rivolto ai soci dell’ Associazione meravigliosa-mente onlus-Palermo per conto delle Associazioni Stupendamente e Ail;
  • Al ce.di.al. centro per la cura dei disturbi alimentari dell’ASP Palermo ho lavorato come psicologa psicoterapeuta in formazione e successivamente come psicoterapeuta volontaria occupandomi di psicoterapie individuali, somministrazioni testologiche e osservazione di un gruppo terapeutico
  • Mi sono occupata di consulenze e accompagnamento psicologico a coppie che intraprendono il percorso di PMA (IUI FIVET ICSI MESA) presso il poliambulatorio Genesi di Palermo

Altre esperienze

  • Psicologa presso il centro aggregativo per anziani di Vita (Trapani) e docente in corsi di formazione per OSA  per conto della cooperativa sociale eureka onlus

Oggi svolgo attività psicoterapeutica presso il mio studio privato in via Veneto 2  e sono socia frequentatrice della sezione SGAI di Palermo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

contatti 3478255642 alessiariolo@hotmail.it